Strumenti per Costruire il Tuo Marchio Professionale in Rete

Se sei un libero professionista, sicuramente ti sarai reso conto che oramai avere una forte presenza in rete è d’obbligo.

Infatti, l’unico modo per farsi trovare, in un mondo sempre più digitale, è quello di massimizzare la propria visibilità su internet.

Potenziali clienti e datori di lavoro utilizzano i social e i motori di ricerca per trovare i professionisti ed il personale di cui hanno bisogno. La concorrenza è molto forte, e per emergere è indispensabile avere una strategia solida.

Per tua fortuna, ci sono tantissime piattaforme che offrono un servizio a tutti i professionisti che come te sono alla ricerca di una maggiore visibilità che consenta di massimizzare le opportunità di trovare lavoro. Un’altra buona notizia è che molti di questi sono gratuii o quasi.

In inglese, si dice personal branding, ossia la pratica di creare un marchio con il proprio nome, come se si trattasse di un prodotto da commercializzare. Avere un marchio forte, significa che là fuori, in molti sanno chi sei. Un vero e proprio trampolino di lancio per la tua carriera.

Ma come orientarsi in un mondo in continua espansione? Quest’articolo cerca di portare un pò di chiarezza nella miriade di piattaforme digitali.

Cominciamo con una lista dei principali siti su cui è possibile creare un profilo per professionisti.

LinkedIn: il Social Media dei Professionisti

LinkedIn è un social media dedicato al mondo del lavoro. Sulla pagina personale, l’utente è capace di creare un vero e proprio curriculum, mettendo in evidenza gli studi e le esperienze lavorative. Ma LinkedIn è molto più che un semplice CV online. Il valore di una rete professionale è quello di creare connessioni tra persone, ed è proprio questo quello che LinkedIn cerca di fare, stabilire dei ponti che collegano colleghi, clienti e datori di lavoro.

Branded.me

Una vetrina per professionisti, dalla pagina personale, l’utente di Branded.me ha la possibilità di mettere in evidenza le proprie conoscenze e capacità. Uno strumento decisamente più semplice di LinkedIn, ma non per questo meno valido.

Brand Yourself

Il trampolino di lancio di questa piattaforma è stato sicuramente la sua apparizione sul programma televisivo americano Sharks Tank. Brand Yourself offre un servizio di Ottimizzazione per Motori di Ricerca (SEO) ai suoi utenti. Esistono due tipi di conto, quello gratuito e quello a pagamento, che offre potenzialità aumentate. L’idea è semplice: massimizzare la visibilità sui motori, mettendo in evidenza i risultati più rilevanti dal punto di vista professionale, e allo stesso tempo eliminando tutte le pagine che possono dare un’idea negativa della persona, come ad esempio la foto su facebook, scattata lo scorso Capodanno (sic).

Blog Personale

Se tutte le opzioni elencate in precedenza fanno riferimento a piattaforme esterne, la migliore strategia per avere un’esposizione ottimale in rete, è quella di creare un proprio dominio personale, ossia un sito con il proprio nome. Ancora meglio se questo ospita un blog autorevole redatto dal professionista stesso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: